Anteprima Battlestar Galactica Starship Battles

Grazie all’iniziativa dell’APS La Tavola Rotonda abbiamo trascorso un sabato pomeriggio davvero diverso e stimolante.

Ci siamo infatti recati alla biblioteca di Frascati per partecipare all’evento International Games Week @your Library attratti dall’idea di provare il nuovo gioco da tavolo di Andrea Angiolino e Andrea MaininiBattlestar Galactica Starship Battles, edito da Ares Games!

Battlestar Galactica Starship Battles – Viper Mk.II, plancia e carte manovra

Il gioco da tavolo Battlestar Galactica Starship Battles prende spunto dalla omonima serie televisiva che narra le gesta di una colonia umana nella sua lotta quasi disperata contro la razza Cylone a bordo della nave mondo Galactica.
Nella partita un giocatore guiderà la resistenza umana su caccia stellari Viper MK.II mentre l’altro si schiererà dalla parte del crudele impero Cylone e cercherà di sconfiggere definitivamente la specie umana.
E’ naturalmente possibile giocare in più giocatori, semplicemente cedendo il controllo di una o più astronavi del proprio schieramento ad un alleato. Noi abbiamo addirittura giocato in 8, 4 contro 4!

A illustrarci il gioco e spiegarci le regole c’era uno degli autori, Andrea Angiolino, e questo non ha fatto altro che rendere più speciale questa nostra prima partita a Battlestar Galactica.

Battlestar Galactica Starship Battles – Esempio di movimento

Il setup del gioco ci è sembrato davvero agevole, semplicemente si schierano da un lato all’altro del terreno di gioco i due schieramenti e si dispongono dei corpi stellari (meteoriti) per aggiungere variabili e tattiche di manovra.
Ogni astronave ha dei valori di Accelerazione, Altitudine, Velocità ed Energia Cinetica da tenere sott’occhio e che ne definiranno le possibili manovre nel corso della battaglia.
Dispone inoltre di un valore di attacco e di un totale di punti struttura (superati i quali esploderà).
Ogni pilota ha un mazzo di carte manovra da scegliere ad ogni turno, uguali per tutti (quanto meno per tutti i piloti dello stesso schieramento) e i turni di gioco sono tutti in contemporanea, non esiste una iniziativa che ci permetta di sparare ad un nemico prima che questi possa sparare a noi di rimando, quindi bisogna cercare di prevedere quelle che saranno le mosse degli altri per mettersi in coda o sul loro fianco, cercando di non trovarsi davanti ai loro laser!

Ogni turno si divide in tre fasi: Pianificazione, Movimento, Fuoco!

Nella fase di pianificazione sceglieremo in gran segreto le nostre manovre e che verranno svelate da tutti i giocatori allo stesso momento.

Nella fase di movimento, uno alla volta, effettueremo le manovre che avremo scelto e ci sposteremo secondo traiettorie e velocità scelte, verificando eventuali (dolorose) collisioni.
Bisognerà infatti fare attenzione a non scontrarsi con altre navi, asteroidi o addirittura a finire fuori dal quadrante di gioco (in quel caso la nave è data per persa).

Battlestar Galactica Starship Battles – Il Viper umano è pronto a far fuoco sul caccia cylone

Dopo che tutti i giocatori si saranno spostati sarà allora la volta di verificare la possibilità di far fuoco su un bersaglio. La possibilità di far fuoco su un nemico dipende dalla distanza che ci separa da lui e dalla linea di vista. Un nemico dovrà infatti essere chiaramente davanti a noi senza alcun ostacolo (amico o nemico che sia) a nasconderlo. Più sarà vicino e più sarà semplice colpirlo.
Se è possibile colpire si lanciano i dati e se siamo fortunati avremo colpito il nostro avversario che dovrà pescare uno o più segnalini danno.
I danni subiti rimangono segreti fino al raggiungimento del limite dell’astronave e alla sua distruzione.

La partita termina quando tutte le navi di uno dei due schieramenti sono state eliminate dal gioco. Visto che si gioca sempre in contemporanea è possibile, seppur poco probabile, che le ultime navi si eliminino nello stesso turno e che quindi lo scontro finisca in un pareggio.

Battlestar Galactica Starship Battles – Il co-autore, Andrea Angiolino, e Gaia, al termine della partita

La nostra partita è durata circa 90 minuti ed è terminata con la vittoria dei vascelli spaziali cyloni. Noi facevamo parte dello schieramento terrestre e la nave di Gaia si è ritrovata a fine partita sola contro due vascelli nemici. Nonostante non avesse fino a quel momento subito danni (complimenti!), dopo un paio di round di gioco in cui il fuoco nemico si è concentrato solo su di Lei si è dovuta arrendere.

Il gioco ci è sembrato molto snello e veloce da apprendere. Le regole con cui abbiamo giocato sono semplificate e quindi forse la versione completa potrebbe essere più complessa, ma in realtà l’unica “difficoltà” che abbiamo riscontrato sta nel prendere confidenza con il proprio mazzo di carte manovra. Una volta capito quale sono le nostre possibilità per allontanarci da un pericolo o prendere alle spalle un nemico il gioco diventa molto veloce e i turni si susseguono incalzanti. Non a caso lo stesso autore ci ha detto che i tempi medi per una partita a 2 o a 4 giocatori rimangono sotto i 60 minuti.

Rimaniamo curiosi di provare quanto prima la versione completa e fare qualche altra partita per poter padroneggiare al meglio i combattimenti spaziali di Battlestar Galactica Starship Battles! Sicuramente come già successo per altri giochi del genere, usciranno in futuro nuove astronavi, via via anche più grandi, che renderanno più varia la battaglia e le partite. Seppur già godibile in questa sua versione starter (o base).

Il livello di dettaglio delle astronavi, già pronte e dipinte, è davvero incredibile.

Ringraziamo ancora l’associazione La Tavola Rotonda per l’iniziativa, la biblioteca di Frascati per l’accoglienza e Andrea Angiolino per il suo lavoro di game designer e per averci regalato qualche chicca sulla creazione del gioco, come ad esempio i primi prototipi in carta realizzati per le primissime partite di prova.

Battlestar Galactica Starship Battles – I primi prototipi in carta
Altre storie
Fireteam Zero – La serie

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Per migliorare le prestazioni del nostro sito utilizziamo Cloudflare. Il cookie "__cfduid" viene utilizzato per motivi di sicurezza ed è strettamente necessario. Non è possibile disabilitarlo.
  • __cfduid

Utilizziamo dei cookie che ci permettono di tenere traccia delle scelte dei nostri utenti sui cookie che decidono di utilizzare o meno.
  • gadwp_wg_default_dimension
  • gadwp_wg_default_metric
  • gadwp_wg_default_swmetric
  • redux_current_tab
  • redux_current_tab_get
  • wordpress_gdpr_allowed_services
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_logged_in_7bb75ba556844cb538ca71a536af0718
  • wordpress_sec_7bb75ba556844cb538ca71a536af0718
  • wordpress_test_cookie
  • wp-settings-1
  • wp-settings-time-1

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi